Mentre progetto cerco, scopro, a volte mi perdo tra i collegamenti;

poi a volte succede che le idee arrivino da un’intuizione o da un dialogo

e qualche volta mi è capitato di trovarle per caso tra i fogli del cestino,

tra le righe di un errore.

Il mio percorso non è lineare, è fatto di intrecci tra mondi diversi

e di segni storti su infiniti fogli.